Giugno 25, 2019

Lavatrici a basso consumo: Consigli per l’acquisto

Lavatrici a basso consumo: Consigli per l’acquisto

Abbattere i costi delle bollette, si sa, ormai è divenuto uno degli obiettivi principali degli italiani, che nella scelta degli apparecchi casalinghi fanno sempre più attenzione ad acquistare i cosiddetti “elettrodomestici intelligenti”, caratterizzati da funzioni votate al risparmio energetico.

La lavatrice è fra i più energivori, per cui è bene fare le giuste valutazioni se si è in procinto di acquistarne una.

Quelle di ultima generazione, tecnologicamente d’avanguardia, sono dotate di un vero e proprio “pannello di controllo” che dà informazioni prima del lavaggio sul consumo d’energia effettivo in base al programma impostato, al peso dei panni da lavare e al loro livello di sporcizia.

Inoltre, sarà possibile ottimizzare i consumi modificando autonomamente il calore dell’acqua, il tempo di lavaggio e centrifuga. Un altro fattore da tenere in considerazione prima dell’acquisto di una lavatrice, se si vuole risparmiare sui costi dell’energia, è l’allacciamento all’acqua calda.

Naturalmente è necessario che in casa abbiate l’impianto predisposto con gli agganci per acqua calda e fredda. In questo modo l’apparecchio attingerà direttamente all’acqua riscaldata, senza doverlo fare da sé, con un conseguente risparmio dei consumi.

In fase d’acquisto è anche bene controllare i programmi di cui è dotato l’apparecchio: il top del risparmio è dato da quelli a bassa temperatura, brevi ed Eco, nei modelli più avanzati.

Lavare a temperatura bassa – da 15° a 20° – garantisce risultati ottimi con le lavatrici di ultima generazione, che posseggono funzioni aggiuntive come bolle o vapore, e il risparmio è assicurato.

I programmi brevi, che vanno da un quarto d’ora circa a 44 minuti, vengono spesso indicati dai venditori come ideali per dare una rinfrescata ai panni, ma se non ci sono macchie particolarmente impegnative il risultato è come quello di un lavaggio completo.

Infine ci sono i programmi Eco: la lavatrice riesce a pesare il bucato e a valutare persino entità dello sporco e qualità dei tessuti. In base a quanto rilevato, il programma imposta la tipologia di lavaggio meno dispendiosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *