Novembre 27, 2020

Scienza e tecnologia al servizio della casa

domotica

La casa non si limita alle quattro mura e al tetto che proteggono una persona dai capricci del tempo atmosferico, ma dovrebbe indicare un luogo accogliente, dove riposare in tutta tranquillità e dedicarsi alle proprie passioni ed ai propri passatempi. Inquadrare la propria casa come luogo di comfort e rilassamento è essenziale per vivere pienamente la propria casa, in ogni suo aspetto. Ed è proprio in questo contesto che scienza e tecnologia ci vengono in aiuto per cercar di realizzare una casa che si prenda cura dell’inquilino e delle sue necessità automaticamente, valorizzando ed ottimizzando ogni parte della casa e riducendo, al contempo, gli sprechi energetici .

La realizzazione della casa intelligente sotto ogni punto di vista prende il nome di domotica, un insieme di diversi rami scientifici e tecnologici che convergono tutti nella creazione dell’ambiente domestico perfettamente automatizzato. La diffusione di case intelligenti, purtroppo, è ancora scarsamente diffusa in Italia, ma i più intraprendenti hanno già capito che si tratta di un investimento fondamentale: una casa intelligente è anche una casa più verde, che inquina e consuma meno e rende di più. La domotica coinvolge diverse figure professionali : dagli specialisti della domotica, che si occupano di configurare la centralina e far lavorare insieme tutti i sistemi della casa, agli idraulici, elettricisti e fabbri. Ad esempio, se ti trovi in Lombardia, puoi chiamare un fabbro Milano provincia per la motorizzazione delle tue tapparelle in modo che la centralina domotica le faccia alzare ed abbassare automaticamente agli orari da te precedentemente impostati.

Come funziona la casa intelligente

La casa intelligente, o Smart Home, funziona grazie ad una centralina che si occupa di eseguire i comandi dell’utente e di ricevere le informazioni dalle periferiche. Tra le informazioni disponibili alla centralina, le più utili sono sicuramente l’orario e la temperatura interna ed esterna della casa: l’orario, infatti, permette alla centralina di attivare o disattivare diversi sistemi basandosi sulle tue abitudini e sulla tua routine quotidiana, mentre la temperatura può decretare l’accensione automatica di sistemi di riscaldamento o raffreddamento dell’ambiente o l’apertura e la chiusura delle tapparelle. Inoltre, la centralina domotica può essere collegata ai diversi elettrodomestici smart di casa per segnalare guasti o funzionamenti scorretti all’utente, oppure per attivarli e disattivarli a orari prestabiliti o ad altre condizioni.

Domotica: semplicità e affidabilità

Per aumentare la diffusione della domotica occorre concentrare le ricerche su delle tecnologie che siano sempre più semplici da utilizzare per l’utente e da integrare anche a sistemi già esistenti, e che aumentino ulteriormente l’affidabilità del sistema, tutto questo cercando di non aumentare il prezzo dei prodotti, ma, al contrario, di abbassarli, in modo da aumentarne la diffusione grazie all’abbassamento dell’investimento iniziale. A proposito dell’investimento iniziale, uno dei vantaggi della casa intelligente è che la spesa può essere distribuita su un lungo periodo: i diversi sistemi, infatti, possono essere integrati nella casa nel corso del tempo, a seconda delle necessità e delle priorità dell’utilizzatore. Inoltre, dato che una casa intelligente permette di risparmiare notevolmente e inquinare meno, alcuni dei sistemi potrebbero usufruire di bonus e detrazioni fiscali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *