Novembre 27, 2020

Sostenibilità: le migliori startup per la tutela dell’ambiente

sostenibilità

Il tema della sostenibilità risulta essere particolarmente protagonista all’interno di dibattiti e discorsi di diverso tipo, che riguardano l’età della contemporaneità. Riuscire a realizzare un ambiente ecologico che si basi su una florida e rinforzata economia che funzioni allo stesso modo e l’obiettivo di numerosissime aziende, che hanno evoluto il proprio campo di interesse al fine di rispettare tutta una serie di norme ambientali ed ecologiche. In altri casi, invece, in diverse realtà geografiche sono nate startup e idee di grande valore realizzate proprio al fine di dare un impatto ecologico di grande livello al proprio ambiente, rendendo dunque possibile il connubio tra economia e ecologia. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito, parlando di quelle che sono le migliori startup per la creazione di un ambiente ecologico.

 

Circularise

 

La prima tra le migliori startup da guardare se si vuole ottenere una solida idea in tema di sostenibilità è Circularise, fondata nel 2016 in Olanda. Si tratta di una startup che permette di sviluppare strumenti di tracciamento per sostenere l’economia circolare delle aziende, tramite l’utilizzo della blockchain, un sistema informatico di trasparenza e, allo stesso tempo, di protezione crittografica dei dati, che permette di tracciare l’intero ciclo di vita dei prodotti su scala aziendale, attraverso un quadro complessivo di quelle che sono le attività di un’azienda in termini economici e, soprattutto, ecologici. Ovviamente, il progetto è ancora particolarmente ancorato all’economia olandese, ma si prevede uno sviluppo su scala globale che possa permettere un tracciamento complessivo dell’economia circolare delle aziende mondiali.

 

ADEX

 

Seconda tra le migliori startup da guardare in tema prettamente ecologico e di sostenibilità è ADEX, attiva dal dicembre del 2004. La startup in questione ha ottenuto un rapido sviluppo negli ultimi anni, attraverso il suo utilizzo nel settore delle centrali termoelettriche, che permette di rendere le stesse maggiormente funzionanti e, soprattutto, più pulite e performanti nella loro attività. È risaputo che le centrali termoelettriche sfruttano una tipologia di energia che si basa sul rinnovo, in accordo con le leggi della sostenibilità, dunque l’applicazione di un’intelligenza artificiale su queste stesse porta, senza dubbio, ad una manutenzione e ad un potenziamento migliori, rispetto a qualsiasi attività umana possa sussistere in questi termini.

 

Automation Hero

 

Più recente rispetto alle precedenti startup, Automation Hero è una startup americana nata nel 2017, e che si basa sull’unione tra il Robotic Process Automation, definito in termini tecnici come RPA, e l’intelligenza artificiale. L’unione tra questi due fattori porta alla creazione di una piattaforma di automatizzazione dei processi, che funziona chiaramente servendosi di intelligenza artificiale, e che porta a occuparsi di task ripetitivi e time-consuming. In altre parole, l’attività di questa startup porta a restituire tempo alle persone, che sarà poi convertito in valore ecologico e sostenibile.

 

Noiseless Acoustics

 

Ultima tra le startup da considerare in tema di sostenibilità è Noiseless Acoustics, nata in Finlandia nel 2015, e propria di un esperimento in termini prettamente acustici e legati all’inquinamento di questo tipo. I sistemi che si basano su un proposito del genere portano all’utilizzo di funzioni che non siano invasive per alcuni essere vivente; di conseguenza, l’utilizzo di questa startup porta ad una attività di manutenzione continua dei sistemi acustici e degli ultrasuoni e, soprattutto, al potenziamento di un sistema di trasmissione sonora che possa essere positivo per l’uomo e non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *